NEWS E MEDIA
ARTICOLO

Meeting rivenditori PFREUNDT in Italia

A fine marzo, i rivenditori internazionali e collaboratori del servizio esterno PFREUNDT si sono incontrati a Rovereto/Italia.

27 rappresentanti e collaboratori hanno accettato l’invito di Ma-estro, un’azienda in cui PFREUNDT ha una partecipazione finanziaria, e sono giunti in Italia. Il programma verteva infatti su due temi interessanti: l’anteprima europea della WK60-XS e la presentazione di prodotti e soluzioni di Ma-estro.

All’anteprima mondiale della WK60-XS a Conexpo, Las Vegas, è seguita l’anteprima europea in Italia. Grazie all’introduzione della XS, la serie WK60 è completa e ormai è disponibile il modello più adatta per qualsiasi esigenza dei clienti. La WK60-XS è piccola, compatta e dispone di una dotazione base completa con possibilità di gestione e scambio di dati, di attrezzi supplementari e molto altro. Vi è inoltre una vasta gamma di funzionalità diverse per requisiti e cicli specifici, disponibili su richiesta in funzione delle esigenze dei clienti. Attualmente la WK60-XS è disponibile per pale gommate, caricatori telescopici e carrelli impilatori. “Per noi è il prodotto ideale, in quanto in Ungheria non abbiamo le stesse leggi di taratura della Germania e quindi la capacità di taratura della bilancia non è fondamentale. La WK60-XS ha un prezzo molto conveniente, è facile da montare, ma un livello di qualità elevato, come tutti i prodotti PFREUNDT”, dichiara Adam Varga della ditta ungherese Taurus. “Può essere però utilizzata senza problemi anche in Germania ed è eccezionale per processi interi, come per esempio pesature di controllo”, aggiunge Bruno Reckmann, Responsabile vendite presso PFREUNDT.

Il secondo punto del programma, prodotti e soluzioni della ditta Ma-estro, era previsto per il pomeriggio. Ci si è recati innanzitutto nella cava aziendale dove sono stati mostrati cicli e possibilità direttamente in corso di funzionamento. L’azienda sviluppa sistemi di automazione, che monitorano e regolano passo per passo i cicli di produzione nelle cave e gli impianti di riciclaggio, senza richiedere alcun intervento dell’operatore. Oltre all’automazione, le soluzioni vertono soprattutto sull’ottimizzazione del consumo energetico e sul pieno controllo dei costi. I risparmi tengono conto anche della tutela ambientale, consentendo di ridurre le emissioni di CO2 fino al 20 % e del 30 % l’energia per tonnellata utilizzata. I sistemi sviluppati sono stati testati e controllati nella cava propria dell’azienda prima di essere immessi sul mercato, come i visitatori hanno potuto osservare personalmente. Al termine dell’incontro tutti i partecipanti erano concordi sul fatto che la giornata fosse stata estremamente interessante e avesse fornito molte nuove informazioni e impressioni.